La tipografia

Quando consideriamo la tipografia di una pagina web, dobbiamo tenere conto di 4 punti fondamentali:
1. Fruizione da dispositivi diversi
2. Aree di fruizione non prefissate
3. Risoluzioni inferiori rispetto alla carta stampata
4. Stanchezza di lettura causata dalla retro illuminazione LCD
Come facciamo quindi a scegliere la giusta tipografia per il nostro sito ? punto più che fondamentale, il font scelto non deve essere graziato. I caratteri graziati, causa la bassa risoluzione dei dispositivi digitali, porta ad una non accurata riproduzione delle lettere e di conseguenza un grado di bassa leggibilità.

In presenza di lunghi testi cerchiamo di evitare la giustificazione dello stesso. La nostra percezione visiva tende a compattare oggetti vicini tra di loro, il testo risulterebbe quindi un unico e indistinguibile oggetto in cui faremo perdere l’utente. Una buona pratica è quella di spaziare i paragrafi fra di loro in maniera da dare respiro alla lettura.
Usiamo una piccola gamma di colori, stili e fonts per il nostro testo. Un eccessivo estro da parte nostra causerebbe troppa confusione e un’impressione poco omogenea del testo.
Infine poniamo particolare attenzione alla scelta del colore del nostro testo. Questo argomento richiama molte branchie della scienza come la neuropercezione o la psicologia, ma noi vogliamo concentrarci sui risultati degli studi effettuati. Uno studio dell’Università del Texas sulla leggibilità, afferma che le combinazioni, sfondo/testo più leggibili sono il bianco-nero e il nero-bianco. Quale scegliere quindi ? la scelta che consiglio è un po’ nel mezzo: Sfondo bianco e testo di una tonalità grigio scuro. Il testo di color grigio sarà infatti meno contrastato rispetto a quello nero e garantirà un comfrot di lettura migliore.

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento